Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Visuali Italiane 2024 – Bucarest

fbk

Dal 4 al 10 marzo 2024, l’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest, in partenariato con il Museo Nazionale del Contadino Romeno e con il Cinema Muzeul Țăranului, organizza la terza edizione del festival dedicato alle più recenti produzioni cinematografiche italiane, Visuali Italiane. Quest’anno il festival arriva anche a Cluj-Napoca (14 – 17 marzo), Iași (23 – 24 marzo), Timișoara (28 – 31 marzo) e Sibiu (30 maggio – 1 giugno).

Un viaggio nel cinema italiano di oggi è un invito alla curiosità, alla scoperta, al piacere della sorpresa senza pregiudizi. Quello che ci troviamo davanti, infatti, è un panorama magnificamente variegato, popolato di forme e generi diversi, in cui spinta autoriale e gusto per l’intrattenimento non sono forze che si elidono a vicenda, ma sguardi che finalmente si nutrono l’uno dell’altro. La selezione di Visuali Italiane 2024 si pone come obiettivo proprio quello di dare testimonianza di questa ricchezza al pubblico romeno. Lo fa proponendo un percorso a suo modo avventuroso, in cui ogni film rappresenta un universo a parte, un corpo vivo che si agita lungo linee tematiche e imperativi estetici mai ripetitivi o prevedibili. Dai grandi autori già consacrati sui palcoscenici internazionali (Matteo Garrone con Io capitano, Alice Rohrwacher con La chimera) ad esordi stupefacenti (Patagonia di Simone Bozzelli e Gli oceani sono i veri continenti di Tommaso Santambrogio), da grandi produzioni di genere (Adagio di Stefano Sollima, Comandante di Edoardo De Angelis) a film che combinano temi importanti ad una spiccata vocazione popolare (Palazzina LAF di Michele Riondino, Stranizza d’amuri di Giuseppe Fiorello), con un’attenzione al cinema femminile (Te l’avevo detto di Ginevra Elkann, Misericordia di Emma Dante, oltre alla già citata Rohrwacher) e alla potenza del documentario (Sconosciuti puri di Valentina Cicogna e Mattia Colombo). Per concludere, un regalo e una celebrazione speciale: in occasione del suo ventesimo compleanno, Visuali Italiane ripropone Le conseguenze dell’amore, film culto di Paolo Sorrentino. Una – mille – magnifiche visioni. (Eddie Bertozzi, curatore)

I film in programma a Bucarest:

IO CAPITANO – 4 marzo, ore 19.00
Matteo Garrone
Italia-Belgio / 121’
Seydou Sarr, Moustapha Fall
Biglietti qui.

Seydou e Moussa lasciano Dakar per raggiungere l’Europa dove intendono realizzare i propri sogni. Ma il viaggio si trasforma in un’odissea contemporanea attraverso i pericoli del deserto e la crudeltà umana, i centri di detenzione in Libia e le insidie del mare. Candidato all’Oscar e vincitore del Leone d’Argento alla Mostra del Cinema di Venezia, Io capitano traccia un’epopea di straordinaria umanità utilizzando i codici della favola e del mito per raccontare una delle tragedie del nostro tempo, senza dimenticare la speranza. Il giovane Seydou Sarr, premiato a Venezia per la sua interpretazione, dona al film una portata emotiva devastante.
Trailer

STRANIZZA D’AMURI – 5 marzo, ore 19.00
Giuseppe Fiorello
Italia / 134’
Samuele Segreto, Gabriele Pizzurro
Biglietti qui.

Sicilia, 1982. Un’estate rovente mentre il paese segue con il fiato sospeso i mondiali di calcio. Gianni, diciassettenne emarginato, conosce Nino e fra i due nasce un’amicizia che si trasforma presto in qualcosa di più profondo. Ma la Sicilia rurale dei primi anni Ottanta non è luogo per questi amori. Le conseguenze saranno drammatiche. Un inaspettato successo al box office italiano, l’esordio alla regia del celebre attore Giuseppe Fiorello sorprende per giustezza e sensibilità di sguardo, regalandoci un emozionante atto d’accusa contro il pregiudizio, una critica accorata al machismo e alla sua inaccettabile violenza.
Trailer

TE L’AVEVO DETTO – 6 marzo, ore 19.00
Ginevra Elkann
Italia / 100’
Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Riccardo Scamarcio
Biglietti qui.

In una Roma dai contorni apocalittici investita da un’anomala ondata di caldo in pieno gennaio, donne e uomini dell’alta borghesia cittadina si trovano con le spalle al muro ad affrontare i demoni di una vita: sesso, cibo, droghe, relazioni devastanti. Orchestrando brillantemente un cast di attori in grande spolvero, Ginevra Elkann ci regala una commedia corale acida e grottesca, personale e coraggiosissima nella ricerca di un graffio al vetriolo che sappia sempre rimanere profondamente umano. Un’esplorazione inaspettatamente pungente delle nostre paure e inconfessati sensi di colpa.
Trailer

GLI OCEANI SONO I VERI CONTINENTI – 7 marzo, ore 19.00
Tommaso Santambrogio
Italia-Cuba / 118’
Alexander Diego, Edith Ybarra
Q&A Tommaso Santambrogio
Biglietti qui.

San Antonio de los Baños, Cuba. Una coppia di giovani amanti, due bambini amici per la pelle, un’anziana e le lettere dell’amato marito scomparso. Tre storie unite da sentimento sottile e struggente. Restare o partire, sentirsi indissolubilmente legati alla terra natale o proiettarsi verso un futuro sognato altrove. Tommaso Santambrogio firma uno degli esordi più raffinati del cinema italiano recente, un canto d’amore per i destini di una terra e della sua gente, ammantato di un bianco e nero lucente  nella misura sospesa del tempo, dell’attesa, del ricordo.
Trailer

COMANDANTE – 8 marzo, ore 18.15
Edoardo De Angelis
Italia / 120’
Pierfrancesco Favino, Massimiliano Rossi, Johan Heldenbergh
Biglietti qui.

1940, ruggisce la Seconda Guerra Mondiale. Una nave belga attacca il sommergibile italiano guidato dal comandante Salvatore Todaro, che risponde al fuoco affondando il nemico. Ma per Todaro la legge del mare conta più della legge della guerra ed è disposto a mettere a rischio la propria sicurezza pur di salvare i naufraghi da morte certa. Prove per un kolossal: Edoardo De Angelis orchestra un maestoso ritratto d’eroe, mescolando senso dell’avventura, gusto pittorico e sincero coinvolgimento emotivo. Impareggiabile Pierfrancesco Favino, volto e corpo per eccellenza del migliore cinema italiano di oggi.
Trailer

PATAGONIA – 8 marzo, ore 20.30
Simone Bozzelli
Italia / 112’
Andrea Fuorto, Augusto Mario Russi
Q&A Simone Bozzelli
Biglietti qui.

In fuga dal nulla, il giovane Yuri parte all’avventura con l’enigmatico Agostino, pagliaccio nomade. Un rapporto che si fa via via più ambiguo e claustrofobico, un gioco di potere fra premi e punizioni, libertà e controllo, dominato e dominatore, mentre nel campo rave in cui vivono si agita un’umanità fluida e confusa nel loop infinito della musica techno. Presentato in concorso al Festival di Locarno, Patagonia è il futuro sognato del cinema italiano, uno dei debutti più deflagranti degli ultimi anni. Un film di energia furiosa, sporco e palpitante. Un film sulla lacerazione del diventare grandi.
Trailer

ADAGIO – 9 marzo, ore 16.00
Stefano Sollima
Italia / 127’
Pierfrancesco Favino, Adriano Giannini, Toni Servillo, Valerio Mastandrea
Biglietti qui.

Manuel ha sedici anni ed è finito suo malgrado in un traffico criminale più grande di lui. In una Roma spietata, sopraffatta dal caos e dalla violenza, si troverà al centro di una giostra letale di eventi, un girotondo adrenalinico tra le strade di una città in cui pericolosi sicari si rincorrono e si sfidano, tradendo vecchie e nuove alleanze. Sostenuto dalla regia muscolare del nuovo maestro del cinema di genere italiano Stefano Sollima (Suburra, Gomorra: La serie, Soldado), Adagio riunisce alcuni dei più grandi attori italiani del momento per un thriller ad alta tensione che lascia lo spettatore senza fiato.
Trailer

SCONOSCIUTI PURI – 9 marzo, ore 18.15
Warm-up One World Romania #17
Valentina Cicogna, Mattia Colombo
90’
Q&A Valentina Cicogna e Mattia Colombo
Biglietti qui.

Ogni notte nella sala autoptica della dottoressa Cristina Cattaneo arrivano corpi senza nome: lei li chiama “sconosciuti puri”. Sono senzatetto, prostitute, adolescenti in fuga, migranti respinti in mare. Se tutti i diritti appartengono ai vivi, nulla è lasciato ai morti e nessuno sembra preoccuparsene. Nessuno tranne Cristina. Il documentario italiano più premiato dell’anno è una vibrante inchiesta al cuore di cosa significa essere umani. Un grido per il diritto alla dignità: un film che indigna e commuove, che coinvolge con il passo teso di un thriller, che smuove profondamente le coscienze.
Trailer

LA CHIMERA – 9 marzo, ore 20.30
Alice Rohrwacher
Italia-Francia-Svizzera, 2023 / 130’
Josh O’Connor, Isabella Rossellini, Alba Rohrwacher
Biglietti qui.

In un villaggio immaginario perduto tra le campagne dell’Italia Centrale, un gruppo di tombaroli vive trafugando preziosi reperti etruschi. Tra di loro troviamo Arthur, misterioso archeologo inglese con il cuore infranto e un dono speciale. Presentato in concorso all’ultimo Festival di Cannes, La chimera è un film al contempo terreno e trascendentale, libero e struggente, una poesia scritta sul volto malinconico di un Josh O’Connor in stato di grazia. Un’anarchia magica, un universo di suggestioni visive luminose. Alice Rohrwacher si conferma una delle più grandi registe del cinema italiano.
Trailer

MISERICORDIA – 10 marzo, ore 16.00
Emma Dante
95’
Simone Zambelli, Simona Malato
Biglietti qui.

In una Sicilia onirica, fra splendore e degrado, mare, rifiuti e rottami, un gruppo di prostitute si prende cura di Arturo, ragazzo fragile, nato difettoso. Attraverso gli occhi di Arturo vediamo un mondo diverso. Attraverso l’amore di questo coro di madri putative si accende per lui la speranza di un futuro migliore. Alla sua terza prova cinematografica, la grande regista teatrale Emma Dante torna a parlarci di donne, coraggio e solitudini sconfinate. Un affresco di grande potenza lirica e arcaica in cui vita e palcoscenico si fondono in un gesto di cinema indomito nell’accostare dolcezza e brutalità.
Trailer

PALAZZINA LAF – 10 marzo, ore 18.00
Michele Riondino
Italia-Francia / 99’
Michele Riondino, Elio Germano
Q&A Michele Riondino
Biglietti qui.

Taranto, 1997. All’ombra dell’acciaieria più grande d’Europa, i dirigenti aziendali chiedono ad un semplice operaio di fare il gioco sporco: spiare e denunciare i colleghi di cui sarebbe meglio liberarsi. Ed è così che scopriamo l’esistenza della famigerata “Palazzina LAF”, il reparto-lager riservato agli operai scomodi. L’esordio alla regia di Michele Riondino è un trascinante atto d’accusa che ci riporta alla grande tradizione del cinema d’impegno civile tra Germi e Petri. Cinema al contempo impegnato e popolare, realista e grottesco, splendidamente interpretato dallo stesso Riondino e da Elio Germano.
Trailer

LE CONSEGUENZE DELL’AMORE – 10 marzo, ore 20.30
Paolo Sorrentino
Italia / 100’
Toni Servillo, Olivia Magnani, Adriano Giannini
Biglietti qui.

“Progetti per il futuro: non sottovalutare le conseguenze dell’amore.” Questo appunta sul suo taccuino Titta Di Girolamo, un uomo con un segreto. Da otto anni vive in un albergo in Svizzera, misterioso, isolato, diffidente, metodico. Ma quando si scopre innamorato della ragazza del bar, sa che tutto è pronto a crollare. Un’occasione per (ri)scoprire l’opera seconda di Paolo Sorrentino nel suo ventesimo anniversario, vera e propria palestra di stile per uno dei nostri autori più amati. Un gioiello che mantiene inalterato il suo fascino algido e uno dei finali più belli del cinema italiano di sempre.
Trailer

  • Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura di Bucarest
  • In collaborazione con: Museo Nazionale del Contadino Romeno, Cinema Muzeul Țăranului