Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Recital di pianoforte Roberto Prosseda – Mendelssohn, Puccini, Morricone

Roberto Prosseda

In occasione del compleanno di Felix Mendelssohn (3 febbraio 1809),
l’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest, in partenariato con la Filarmonica George Enescu di Bucarest, presenta,
lunedì 5 febbraio 2024 alle ore 19.00, nella Sala Grande dell’Ateneul Român di Bucarest, il

RECITAL DI PIANOFORTE
Mendelssohn, Puccini, Morricone

di
ROBERTO PROSSEDA

Biglietti qui.

Programma

Felix Mendelssohn:
3 Romanze senza parole:
Op 19 n. 6 “Gondoliera Veneziana”
Op. 38 n. 2
Op. 38 n. 6 “Duetto”

Giacomo Puccini:
Foglio d’album
Piccolo Walzer
Piccolo Tango
Scossa elettrica

Ennio Morricone:
La leggenda del pianista sull’oceano
Walzer da “La signora delle camelie”
Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto
Rag in frantumi

– – –

Felix Mendelssohn:
3 Romanze senza parole:
Op. 53 n. 2
Op. 19 n. 1
Op. 62 n. 6 “Canto di primavera”
Fantasia su “The last rose of summer” op. 15
3 Fantasies ou caprices op. 16
Rondo capriccioso op. 14

Roberto Prosseda, nato a Latina nel 1975, è uno dei musicisti italiani più attivi e poliedrici nell’attuale panorama internazionale. Ha guadagnato la notorietà internazionale in seguito ai suoi CD Decca dedicati alla musica pianistica di Felix Mendelssohn, che ha inciso integralmente in 10 CD (2005 – 2014), pubblicate in un unico cofanetto nel 2017 (“Mendelssohn Complete Piano Works”).
Negli ultimi venti anni Roberto Prosseda ha suonato regolarmente con alcune delle più importanti orchestre del mondo, tra cui London Philharmonic, New Japan Philharmonic, Moscow State Philharmonic, Santa Cecilia, Filarmonica della Scala, Bruxelles Philharmonic, Residentie Orkest, Netherlands Symphony, Berliner Symphoniker, Staatskapelle Weimar, Calgary Philharmonic, Royal Liverpool Philharmonic, Leipzig Gewandhaus. Ha suonato sotto la direzione di David Afkham, Marc Albrecht, Christian Arming, Harry Bickett, Oleg Caetani, Riccardo Chailly, Pietari Inkinen, Yannik Nezeit-Seguin, George Pehlivanian, Dennis Russel-Davies, Tugan Sokhiev, Jurai Valcuha, Jan Willem de Vriend.
Con la Gewandhaus Orchester diretta da Riccardo Chailly ha inciso il Concerto inedito in mi minore di Mendelssohn, pubblicato dalla Decca nel settembre 2009. In Italia è ospite regolare dei maggiori Enti concertistici, tra cui l’Accademia di Santa Cecilia, il Teatro alla Scala, l’Unione Musicale di Torino, il Teatro la Fenice, l’Accademia Chigiana di Siena, il Teatro Comunale di Bologna.
Prosseda è anche particolarmente apprezzato nelle interpretazioni di Mozart, Schubert, Schumann, Chopin, autori a cui si è anche dedicato nelle sue più recenti incisioni Decca. La sua registrazione delle Sonate di Mozart, incisa su pianoforte Fazioli con accordatura inequabile Vallotti (6 CD Decca, 2015-18), ha riscosso notevoli consensi internazionali. Nel 2022 ha completato l’incisione di tutta la musica pianistica di Mozart.
Nel 2010 la Deutsche Grammophon ha selezionato dodici incisioni di Prosseda per inserirle nel cofanetto “Classic Gold”, pubblicato nel maggio 2010.
Dal 2011 suona in pubblico anche il piano-pédalier, avendo riscoperto e presentato in prima esecuzione moderna vari brani di Alkan e il Concerto di Charles Gounod per piano-pédalier e orchestra con la Filarmonica Toscanini di Parma, e che ha rieseguito con i Berliner Symphoniker, la Staatskapelle di Weimar, la Filarmonica di Lahti, la Netherlands Symphony Orchestra. Ha tenuto oltre 100 concerti e recital con il pedal piano in tutto il mondo.
Roberto Prosseda è altrettanto attivo come divulgatore musicale, essendo anche ideatore di programmazioni musicali innovative e di respiro internazionale.
È ideatore e co-autore di tre documentari televisivi, con la regia di Angelo Bozzolini, prodotti da RAI e distribuiti internazionalmente da Euroarts, dedicati a Mendelssohn, Chopin e Liszt.
Il suo libro “Il Pianoforte”, una guida all’ascolto del repertorio pianistico, è stato pubblicato da Curci nel 2013.
È attualmente direttore artistico di Cremona Musica International Exhibitions & Festival, dell’Ascoli Piceno Festival e del Patmos Chamber Music Festival e consulente musicale del Teatro Comunale “Giuseppe Verdi” di Pordenone.

 

  • Organizzato da: IIC Bucarest
  • In collaborazione con: Filarmonica George Enescu