Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Recital di pianoforte di Elia Cecino

Elia Cecino

L’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest e la Filarmonica George Enescu organizzano
sabato 14 ottobre 2023, alle ore 19.00, nella Sala Piccola dell’Ateneul Român, un

Recital di pianoforte del giovane pianista italiano
Elia Cecino

PROGRAMMA

L. Janàček (1854-1928)
Sonata 1.X.1905 “Nella Strada”
Presentimento
Morte

F. Chopin (1810-1849)
Sonata n. 2 in Si bemolle minore, op. 35
Grave — Doppio movimento
Scherzo
Marcia funebre: Lento
Finale: Presto

Polacca Op. 44

F. Liszt (1811-1886)
da Années de pèlerinage. Deuxième Année – Italie, S. 161
Sonetto 47 del Petrarca
Sonetto 104 del Petrarca

Fantasia sul Valzer Faust di Gounod, S. 407

Biglietti qui.

Elia Cecino è recente vincitore del primo premio all’Iturbi International Piano Competition 2023 di Valencia, in cui la giuria presieduta da Joaquín Achúcarro gli ha conferito anche i premi speciali per la migliore interpretazione di un concerto di Beethoven e per la migliore interpretazione della musica di Chopin.
Elia ha vinto il primo premio ai concorsi di New Orleans, “James Mottram” di Manchester e Ricard Viñes di Lleida; ha ricevuto ulteriori riconoscimenti in ambito internazionale tra cui il Finalist Prize al 17° Arthur Rubinstein Piano Master Competition di Tel Aviv e il Vendome Virtuoso Award al New York Vendome Prize.
Nel 2020 Suonare Records ha pubblicato il suo CD di debutto dedicato a musiche di Beethoven, Chopin e Skrjabin e un secondo album monografico su Chopin è stato pubblicato da OnClassical nel 2021. Alcune sue interpretazioni e interviste sono state trasmesse su ClassicFM, Radio Catalunya, Classical 104.9 FM New Orleans, Rai Radio 3, Radio Popolare, Rai Friuli Venezia Giulia e Radio MCA. I suoi recital del 2021 e del 2023 presso la Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale sono stati trasmessi in diretta su Rai Radio 3. È stato tra i protagonisti della prima edizione italiana della trasmissione TV di Rai 1 “Prodigi” a favore dell’Unicef.
Si è proposto da solista con la Royal Liverpool Philharmonic, Orchestra del Teatro La Fenice, Israel Philharmonic, Israel Camerata Jerusalem, Louisiana Philharmonic, Simfònica del Vallès, Sinfónica de Galicia, Orquesta de València, Düsseldorf Symphony Orchestra, Sichuan Philarmonic, Sinfonica di Milano, FVG Orchestra, Sinfonica Città di Roma, collaborando con direttori quali Paolo Paroni, Riccardo Frizza, Oleg Caetani, Yoel Levi, Avner Biron, Joshua Weilerstein, Timothy Muffitt, Xavier Puig, Victor Pablo Pérez, Álvaro Albiach.
Elia dal 2014 si esibisce con continuità in recital spaziando nel repertorio presso numerose sale europee quali il Palau de la Música Catalana di Barcellona, Laeiszhalle di Amburgo, Gran Teatro La Fenice e Teatro Malibran di Venezia, Teatro Verdi di Trieste, Teatro Municipale di Piacenza, Teatro Sannazaro di Napoli, Teatro Toniolo di Mestre, Teatro Olimpico di Vicenza, Fazioli Concert Hall di Sacile, Auditorium di Milano, Sala dei Notari di Perugia, Sala Bianca di Palazzo Pitti di Firenze, Sala Maffeiana di Verona, Centre Cultural di Terrassa, Auditori Enric Granados di Lleida, Gesellschaft für Musiktheater di Vienna, Norden Farm Centre for the Arts di Maidenhead, Palatul Culturii di Iași. Nel 2016 ha preso parte a un tour di concerti negli Stati Uniti.
Allo studio del repertorio solistico Elia affianca un’intensa attività cameristica in duo, trio e quintetto con archi, con cui si esibisce in sale come le Sale Apollinee del Teatro La Fenice di Venezia e il Teatro Comunale di Monfalcone. Nel dicembre 2020 ha collaborato con il violoncellista Mario Brunello in occasione del 250º anniversario della nascita di Beethoven.
Nato nel 2001 a Treviso, Elia comincia lo studio del pianoforte a 9 anni con Maddalena De Facci, diplomandosi a 17 da privatista con 10 e Lode presso il conservatorio di Cesena. L’anno successivo Elia ha vinto il XXXVI Premio Venezia, il concorso riservato ai migliori diplomati dei Conservatori italiani. Nel 2021 ottiene il Diploma di Master dell’Accademia del Ridotto di Stradella studiando con Andrzej Jasinski. Attualmente si sta specializzando con Eliso Virsaladze e Boris Berman. Dal 2019 Elia è artista in residenza della Fondazione “Luigi Bon”.

  • Organizzato da: IIC Bucarest
  • In collaborazione con: Filarmonica George Enescu di Bucarest