Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Mostra collettiva “Poetics of Hospitality. Vol II” alla Galleria Anca Poterașu

Anca Poterasu Gallery

Il 9 settembre 2023 alle ore 18.00 sarà inaugurata presso la Galleria Anca Poterașu, in Str. Popa Soare 26, Bucarest, la mostra “Poetics of Hospitality. Vol II” curata da Cristina Stoenescu, Anastasia Palii.
Esplorando temi come gli spazi della memoria nelle migrazioni causate dalla guerra o da condizioni socio-economice precarie, la mostra collettiva presenta opere di Carlos Amorales, Ovidiu Anton, Valentina Avanzini, Matei Bejenaru, Orit Ishay, Zhanna Kadyrova, Renata Poljak.

La serata del vernissage si aprirà con Dana Diminescu, ricercatrice nel campo della sociologia sulle questioni migratorie, che affronterà il tema della sua teoria sul migrante connesso in relazione alla sua esperienza negli approcci interdisciplinari, dalla pratica della ricerca sociologica alla pratica artistica.

Prendendo spunto dal concetto di ospitalità nella concezione di Derrida, la mostra Poetica dell’ospitalità riflette le ambiguità e le contraddizioni intrinseche di questo termine, che si trovano in una prossimità semantica a quello di potere attraverso l’influenza esercitata sull’altro, il migrante/lo straniero, e che implica una dimensione etica e politica.

Le connessioni tra le opere sottolineano sia la perdita che la violenza implicita ed esplicita di qualsiasi evento che costringe alla migrazione, sia esso di natura economica, politica o sociale. Immagini e storie individuali di permutazioni geopolitiche o economiche impongono nuove realtà vissute sia oltre i confini, che nel passato-a casa, da prospettive temporali individuali, ma raccolte in un coro di esperienze vissute a livello generazionale, come sottolineano le ricerche di Valentina Avanzini incentrate sulle ninne nanne delle donne che si sono recate in Italia o il film “De departe” (“Da lontano”) di Matei Bejenaru, direttamente legato alla migrazione economica nel contesto rumeno, con un’enfasi sul lavoro domestico lontano dalla propria famiglia.

L’artista italiana Valentina Avanzini è stata ospite dell’Istituto questo agosto nell’ambito di una residenza artistica organizzata in collaborazione con la Galleria.
“Poetics of Hospitality. Vol. II” è un progetto co-finanziato dall’Amministrazione del Fondo Culturale Nazionale e sostenuto dalla fondazione Artis, realizzato in partenariato con l’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest e con la Rivista Arta.
La mostra resterà aperta fino al 20 ottobre 2023.

  • Organizzato da: Galleria Anca Poterașu
  • In collaborazione con: IIC e altri