Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Il Cinema Ritrovato on Tour in Romania

cinema ritrovato

Dal 15 al 18 febbraio 2024 si svolge la prima edizione della retrospettiva Il Cinema Ritrovato on Tour in Romania: film di Rossellini, Nanni Moretti, Luchino Visconti, Cecilia Mangini, in una selezione curata dal critico cinematografico Călin Boto.
Le proiezioni di film classici restaurati si svolgeranno al Cinema Elvire Popesco di Bucarest, mentre gli incontri dedicati all’archivistica e al cinema restaurato presso l’UNATC.

La prima edizione in Romania della rassegna  Il Cinema Ritrovato on Tour inizia il 15 febbraio alle ore 20.00 con un dittico dedicato ad Anna Magnani: la proiezione del film Una voce umana di Roberto Rossellini, ispirato all’opera teatrale dello scrittore francese Jean Cocteau (La Voix humaine, 1930) e della coproduzione Francia-Italia, Carrozza d’oro / Le Carrosse d’or, un film del 1952 diretto da Jean Renoir, liberamente tratto dal noto testo teatrale Le Carrosse du Saint-Sacrement di Prosper Mérimée.

Il 16 febbraio dalle ore 20.00, saranno proiettati quattro cortometraggi di Cecilia Mangini (1927 – 2021), regista, sceneggiatrice e fotografa, considerata la prima documentarista donna in Italia. Si tratta di: La canta delle marane, del 1961, con testi originali di Pier Paolo Pasolini, documentario sulle periferie cittadine, ispirato al romanzo Ragazzi di vita di Pasolini; Stendalì – Suonano ancora, del 1960, dedicato ai canti funebri della Grecìa salentina; Essere donne, del 1965, un film che mostra le condizioni lavorative e la vita di tutti i giorni delle donne italiane proletarie; Tommaso, sempre del 1965, che parla dell’arrivo della grande industria nella città di Brindisi visto con gli occhi, ingenui e abbagliati dalle promesse del benessere, di un ragazzo che insegue il sogno di una vita migliore.

Il 17 febbraio, alle ore 17.00, in programma il documentario La cosa, realizzato da Nanni Moretti nel 1990, che mostra, senza alcun commento, una serie di interventi di militanti comunisti durante i dibattiti all’interno di alcune sezioni del Partito Comunista Italiano svoltisi nei giorni successivi alla proposta di Achille Occhetto di trasformare il Partito Comunista Italiano in un nuovo soggetto politico.

Nello stesso giorno dalle ore 18.30, Ludwig, di Luchino Visconti, un film storico del 1973 (Italia-Germania), con Helmut Berger, Trevor Howard, Romy Schneider, Silvana Mangano e Adriana Asti.

Nell’ambito di un evento speciale organizzato all’interno della rassegna Il Cinema Ritrovato on Tour, sarà proiettato il 18 febbraio dalle ore 18.00 il film di animazione e fantascienza Fiul Stelelor (Figlio delle stelle), con la regia di Mircea Toia e Călin Cazan, proiezione seguita da una discussione con Călin Cazan.

La prima retrospettiva del festival a Bucarest, che ha come punto di partenza la già tradizionale rassegna “Il Cinema Ritrovato on Tour”, cerca di ricostruire la sensazione di infinito che mi ha travolto negli ultimi anni a Bologna: cinema di ovunque, ma soprattutto cinema ovunque: nonostante la selezione abbia interessato soprattutto il cinema italiano, il “cinema ovunque” è stato un principio estetico senza limiti. Lo spettatore ideale della rassegna non esiste: può essere un professionista degli archivi, interessato alla tecnica dei restauri inseriti, un professionista dell’immagine, per il quale non si può esaurire il cinema di un Renoir o di un Rossellini, oppure uno spettatore troppo sicuro della propria definizione del cinema – scrive Călin Boto.

Nell’ambito del festival sono previsti anche due incontri con Guy Borlée e Radu Jude.
Il 16 febbraio alle ore 17.00, presso UNATC (Sala Albastră, terzo piano, corridoio B) avrà luogo una masterclass con Guy Borlée, coordinatore del Cinema Ritrovato dal 1995. Il dibattito, moderato da Călin Boto, partirà dalla vasta esperienza di Borlée negli archivi di film del mondo e dalla popolarità di cui gode Il Cinema Ritrovato tra categorie di pubblico molto diverse.
Il 17 febbraio dalle ore 13.00, presso UNATC (Sala Albastră, terzo piano, corridoio B) sarà proiettata la registrazione di una delle lezioni tenute da Jean Luc-Godard presso l’Università Concordia di Montreal nel 1978. L’archivio video con tutte le lezioni è stato scoperto di recente e digitalizzato e tre delle registrazioni sono state proiettate in anteprima mondiale l’anno scorso al Cinema Ritrovato. La proiezione a Bucarest includerà la lezione di JLG sulla guerra e il cinema, presentata da Radu Jude.

La partecipazione agli eventi ospitati dall’UNATC è libera, ma è necessario solo iscriversi compilando i seguenti moduli:
Masterclass cu Guy Borlée
Jean Luc-Godard despre război și cinema, prezentat de Radu Jude
Biglietti alle proiezioni al Cinema Elvire Popesco – https://eventbook.ro/program/il-cinema-ritrovato

Sostenuta dalla Cineteca di Bologna, la XXXVIII edizione del Cinema Ritrovato avrà luogo a fine giugno. Spesso definito il paradiso dei cinefili da numerosi professionisti impegnati nello studio e nella tutela del patrimonio cinematografico, l’evento è diventato nel tempo molto apprezzato da archivisti, restauratori, storici, cinefili e professionisti del cinema, con più di 4700 invitati di oltre 60 Paesi e un pubblico giovane in costante aumento. Tra gli ospiti dell’edizione 2023 si sono annoverate personalità come Wim Wenders, Joe Dante, Ruben Őstlund, Nan Goldin, Luca Guadagnino, Thelma Schoonmaker, Thierry Frémaux.

Un evento organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest, Films in Frame e Cineteca di Bologna, in partenariato con l’Istituto Francese di Bucarest e il Centro di Pedagogia e Studio dell’Immagine “Sorin Botoșeneanu” dell’UNATC.

 

  • Organizzato da: IIC Bucarest, Films in Frame, Cineteca di Bologna
  • In collaborazione con: Istituto Francese di Bucarest, Centro di Pedagogia e Studio dell’Immagine “Sorin Botoșeneanu” dell’UNATC